Angelo De Nicola: 30 anni di perdonanza

L’Aquila è la Perdonanza e la Perdonanza è L’Aquila”. In questa frase di Angelo De Nicola, giornalista e scrittore aquilano, è racchiuso il senso profondo della sua ultima fatica letteraria: “30 anni di Perdonanza”.

Questo libro non è soltanto la cronaca minuziosa di oltre trenta edizioni della festa simbolo della Città di L’Aquila, così ideata da Errico Centofanti e fortemente voluta dall’indimenticabile sindaco don Tullio De Rubeis nell’ormai lontano 1983. Esso è soprattutto un intrigante e godibilissimo affresco di una Città bellissima e contraddittoria: custode gelosa di eventi storici e tesori artistici unici al mondo, ma anche luogo di feroci polemiche e scandali senza fine.

De Nicola guida il lettore, con l’inflessibile rigore dello storico di razza, alla scoperta del messaggio universale di Papa Celestino V e alla rilettura della Perdonanza: le pagine del libro raccontano, attraverso un’impressionante lavoro di ricerca documentale, eventi pubblici e ricordi personali, ritratti di persone importanti e gente comune, intuizioni artistiche e culturali geniali ma anche miserie giudiziarie. Dopo la tragedia del 6 aprile 2009, anche la caparbietà tutta aquilana di non rinunciare alla propria Perdonanza, nonostante i gravissimi danni patiti dalla Basilica di Santa Maria di Collemaggio.

30 anni di Perdonanza” è un vero è proprio atto di amore e speranza verso una città comunque straordinariamente vitale, soprattutto in quei fatidici giorni di fine agosto quando la Porta Santa si apre al Mondo: una città che aspetta dall’UNESCO il riconoscimento della Perdonanza quale Patrimonio Immateriale dell’Umanità, per scrivere un nuovo e ancor più significativo capitolo di una storia e di un evento unici al mondo.

L’Aquila Siamo Noi ringrazia l’Amico Angelo De Nicola per l’onore di essere stata citata in questo affresco aquilano: la partecipazione del Corteo della Bolla della Perdonanza Celestiniana alla BIT di Milano nel gennaio 2011 rimane uno dei momenti più belli e significativi del nostro impegno per la salvaguardia e la valorizzazione dell’identità storica, culturale e sociale della nostra amata città.

Dal libro “30 anni di Perdonanza” (pagg. 547-548):

Sull’onda di un rinnovato entusiasmo, a febbraio il Corteo della Perdonanza fa da star, assai apprezzata, al salone della Bit (Borsa Italiana del Turismo) a Milano:

Grande successo per la sfilata del Corteo della Bolla della Perdonanza alla Bit di Milano, la fiera internazionale del turismo. Nell’ambito della kermesse meneghina, infatti, promossa dall’Associazione “L’Aquila Siamo Noi”, è stata riproposta la sfilata del corteo della Perdonanza, composto da 51 figuranti appartenenti alle associazioni storiche del capoluogo abruzzese: “Uomini d’Arme”, “Asci”, Gruppo sbandieratori musici e figuranti Città dell’Aquila”, i “Falconieri dell’Aquila” e il “Gruppo sbandieratori Città di L’Aquila”.

Il corteo si è avvalso della consulenza della dottoressa Giovanna Di Matteo del Comitato della Perdonanza per quanto attiene al rigore storico dei costumi. “Si tratta di una vera e propria operazione di marketing per L’Aquila: un’occasione importante per far conoscere ad un pubblico proveniente da tutto il mondo la Perdonanza, manifestazione che rievoca uno dei momenti salienti nella Storia secolare di L’Aquila”, ha affermato il vice presidente Alfredo Ranieri Montuori dell’Associazione “L’Aquila Siamo Noi”. “Un evento che racchiude in sé l’anima della città – prosegue Montuori – e un messaggio universale di pace e fratellanza tra i popoli; ma anche un elemento di fortissima attrazione per il turismo internazionale. Grazie ai due cortei gli operatori turistici e un pubblico vastissimo hanno vissuto un’anticipazione di quello che potranno ammirare a L’Aquila, durante la settimana della Perdonanza in agosto. Ringrazio con profonda gratitudine e riconoscenza il dottor Marco Serioli, direttore esecutivo di Rassegne Spa e la dottoressa Emanuela Forlin, Exhibition Manager di Bit, per aver voluto ancora una volta ospitare un’iniziativa a favore della Città di L’Aquila in occasione della maggiore rassegna internazionale dedicata al turismo quale è la Bit”.

“L’Aquila Siamo Noi” conclude affermando “un grazie di cuore al Comitato della Perdonanza, a tutte le associazioni storiche aquilane e ai rispettivi presidenti, che hanno reso possibile con la loro generosa disponibilità e il loro supporto quest’evento per l’Aquila.

Un grazie particolare al maggiore Pietro Piccirilli per l’impeccabile coordinamento e alla dottoressa Giovanna Di Matteo per i preziosi consigli circa l’esatta composizione del Corteo”. *

*www.abruzzoweb.it, 19 febbraio 2011.

L’Aquila Siamo Noi a BIT 2011 con il Corteo della Perdonanza